Come si scelgono le maniglie per porte interne?

Le maniglie sono un elemento importante della porta: ne sottolineano lo stile, mettendolo in evidenza, e ne esprimono il carattere. Per questo sono sempre esteticamente più curate, veri e propri oggetti di design che si devono integrare nel contesto della casa. Ma devono anche essere comode da impugnare.

Come scegliere le maniglie

Per scegliere le maniglie è bene tenere conto del tipo di porta, ma anche dell’arredamento della casa. Per quanto riguarda la porta, gli elementi caratterizzanti sono il materiale con cui è realizzata e le eventuali decorazioni presenti sull’anta, sul telaio e sul coprifilo. Per una resa estetica migliore, la finitura della maniglia va abbinata anche a quella delle cerniere, se sono a vista.

Se per le ante lisce e quelle interamente in vetro sono consigliabili maniglie in acciaio, anche molto elaborate, per quelle in legno la scelta dipende da essenza e finitura. In genere sulle porte in legno dai colori caldi stanno bene le maniglie di metallo tinta oro, come quelle in ottone. Sui legni chiari, invece, sono adatte le maniglie di tonalità argento, satinate oppure lucide.

Le porte bianche, infine, sono meno vincolanti e più versatili. La comodità dell’impugnatura, invece, è garantita da forme leggermente curve, verso l’alto o concave all’interno. Ma per battenti di misure standard, quindi non troppo pesanti, sono adatti anche i modelli non sagomati, di forma lineare.

Tutti sappiamo che esistono in commercio davvero tantissime maniglie e scegliere quella adatta e giusta, per la nostra porta, non sempre è facile. Ecco perché vogliamo dare una mano concreta in questa scelta, molto importante e da non sottovalutare mai.
Quando si arreda la casa, bisogna pensare non solo ad abbinare i mobili alla grandezza e allo stile della casa ma c’è da pensare anche ad altri accessori importantissimi quali porte e lampadari. Per quanto riguarda le porte, non è soltanto la porta in sé che va scelta ma è l’abbinamento della maniglia che determina il gusto perché si sa che i dettagli sono molto importanti per gli abbinamenti e la maniglia deve essere quella che meglio si adatta allo stile della stanza.

  • Normalmente ogni porta ha una maniglia di serie ma non sempre è la maniglia giusta.
  • Per scegliere la maniglia bisogna tenere in considerazione la porta in generale, l’anta e lo stile dei mobili contenuti nella stanza.
  • Inoltre ci sono maniglie per porte stile antico, per quelle moderne, per quelle a soffietto e soprattutto bisogna anche fare i conti con il proprio portafogli.

Prendiamo ad esempio le porte moderne. Con una simile porta è assolutamente fuori luogo una maniglia in ferro battuto, non si può abbinare nulla di molto decorato o elaborato. Niente ceramiche e ghirigori e nemmeno dettagli preziosi, zirconi o altro. Con le porte moderne bisogna mettere una maniglia ricercata ma di una forma stilizzata, minimalista magari in acciaio con un pomello esagonale o quadrato o un placcato oro ma sempre con la forma molto essenziale.

Se si tratta di una porta stile liberty, l’ideale è una maniglia dorata con forma sinuosa.

Se invece la maniglia è da abbinare ad una porta importante, costosa e antica, qui c’è soltanto l’imbarazzo della scelta. Se la vostra abitazione è una villa in stile siciliano e arredata in arte povera, la maniglia in ferro battuto o in ceramica è quella che fa per voi. Se i vostri mobili sono stile veneziano una bella maniglia in legno con decori in oro fa perfettamente al caso vostro mentre se i mobili sono in noce e anche la porta, va abbinata una bella maniglia in radica magari lavorata al tornio.

Ovviamente, per le porte stile antico, ci sta ad hoc una maniglia classica con serratura e chiave mentre se stiamo parlando di una porta scorrevole, va benissimo la maniglia a scomparsa che hanno una sorta di foro con un meccanismo a scatto che permette di aprire la porta semplicemente premendo una sorta di pulsante. In alternativa c’è il tradizionale pomello rotondo o di forme più squadrate.

Ci sono anche porte stile inglese in legno e vetro e per quelle va bene una maniglia in ottone oppure una porta in vetro ha bisogno di una maniglia leggera dello stesso materiale o di acciaio o di swarovski purché sia piccola e sottile quasi invisibile.

La maniglia non è un oggetto a se stante. Quindi, prima di scegliere, considerare l’ambiente e il colore della porta; preferire maniglie non soggette alle mode, perché si dovrebbero cambiare ogni 15- 20 anni;  fare attenzione alla qualità prima di tutto, perché la maniglia deve essere resistente, in quanto è soggetta all’usura e, per quelle esterne, agli agenti climatici; scegliere maniglie funzionali, ergonomiche nella presa, soprattutto in cucina, sicure, per la camera dei ragazzi; per le persone allergiche, non scegliere maniglie con finiture in nichel; per la cura, utilizzare esclusivamente un panno, da solo o con acqua. Solventi e detergenti chimici potrebbero rovinare la verniciatura della maniglia.

Se ti è piaciuto l’articolo sostienici con un mi piace o con un commento, per noi la tua opinione è importante.

Per ricevere tutte le news e i nuovi articoli mensili segui il nostro blog iscrivendoti attraverso il form sulla destra.

 

manital-finiture-bronzo-low-2

Maniglie Manital

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...